Sara Barroccu per noi di MakeTank non ha bisogno di grandi presentazioni. Vincitrice della DesignWinMake 3D Edition con il progetto BARSA, Sara è una simpatica Archimede Pitagorico in gonnella con l’eleganza tipica di Audrey Hepburn. Ma, soprattutto, è una sarda doc: energia e passione allo stato puro. Non è proprio facile starle dietro, ma noi il talento sappiamo riconoscerlo e ci piace raccontarlo.

Foto Sara Barroccu_Barsa design

A un anno di distanza dalla vittoria di DesignWinMake 3D Edition, come è cambiata la tua vita?
La vittoria di DWM ha rappresentato un importante riconoscimento per il mio lavoro. Mi ha dato una grande iniezione di fiducia per continuare, con ancor più entusiasmo, a creare nuove forme e a perfezionare le tecniche di produzione e di lavorazione. Inoltre, ha rappresentato un’importante vetrina per il mio marchio, dandomi la possibilità di partecipare a grandi eventi, come ad esempio 3DPrint Hub, svoltasi a Milano lo scorso marzo.

I gioielli BARSA sono un mix di fantasia ed eleganza (direi che ti rispecchiano in pieno), ci racconti cosa ti ispira?
Grazie mille! La mia ispirazione viene dal mondo che mi circonda, amo osservare la natura. E’ qualcosa di legato alle mie origini e al rapporto ancestrale che ho con la mia terra: la Sardegna, un luogo che attraverso la meraviglia dei suoi variegati paesaggi offre infiniti spunti a chi è pronto a coglierli. I boschi, il mare, e persino gli animali nella loro istintività diventano suggestioni che la mia fantasia rielabora e che, grazie alla mia passione per l’architettura e il design, trasformo in forme nuove e personalizzate.

Diamond big

Diamond big

Una donna con un gioiello BARSA può essere un’inguaribile romantica, indossando gli orecchini “You and me” o l’anello “Hirundo”, oppure una modernissima manager con un “Diamond big” all’anulare. Come fai convivere queste due anime?
Io sono proprio così, mi sono scoperta da qualche tempo un’inguaribile romantica (alcuni incontri ti cambiano la vita...), ma conservo lo spirito un po’ tosto che avevo da bambina quando sognavo di diventare una donna forte e indipendente. Sono felice che le mie creazioni rispecchino al meglio questa commistione, l’una lasciando spazio all’altra.

Cosa significa per te essere una designer autoproduttrice?
Mi permette di non porre limiti alla mia creatività e di sperimentare qualsiasi forma abbia in mente, in assoluta libertà. Posso infatti analizzare immediatamente tutte le caratteristiche del modello che realizzo: il design, la funzionalità, la portabilità, il peso, e poi variare i parametri per migliorare il prodotto. E’ un continuo analizzare, trasformare e incaponirsi fino ad arrivare alla soluzione migliore.

Gentarubbia

Gentarubbia

Vuoi anticiparci qualche progetto futuro?
Voglio continuare a esplorare la tecnologia 3D e dedicarmi a una linea di accessori per uomini. Agli eventi a cui ho partecipato il pubblico maschile si è mostrato sempre particolarmente attento.

Gli orecchini “Gentarubbia” sono un omaggio ai fenicotteri rosa della tua Sardegna, chi sceglieresti come perfetta testimonial di questo gioiello BARSA?
Franca Sozzani! Per il suo stile e perché mi piace l’attenzione che rivolge a temi che vanno oltre la moda, come la salvaguardia del mondo e delle sue specie. E visto che parliamo di animali da proteggere, vorrei ricordare anche Baringola collana giraffetta dedicata a una specie di giraffa sudafricana in via di estinzione.

 

Leave a reply