Tra pochissimi giorni parte la seconda edizione di Source self-made design, che trasformerà Firenze nella città di riferimento del design autoprodotto, dando spazio e visibilità a cinquanta creativi, italiani e internazionali. Dall’11 al 18 Settembre, alla Limonaia di Villa Strozzi, si incontreranno progettisti, artigiani, architetti e aziende per condividere idee dando vita a nuove collaborazioni, stimolati dai seminari e workshop in programma. Tra un seminario e l’altro, la convivialità potrà continuare anche per le vie fiorentine. Abbiamo chiesto a Laura De Benedetto, co-fondatrice di MakeTank, di consigliarci qualche luogo particolare da svelare ai nostri Maker e Designer.

Uscendo dai soliti schemi turistici, quali luoghi consigli ai Maker o ai semplici appassionati del movimento? Dove si può toccare con mano il nuovo “fare” fiorentino?

Tra i primi luoghi segnalerei i posti di casa per MakeTank, entrambi innovativi e aperti agli ospiti italiani e stranieri che vogliano farvi un salto (magari contattami prima così mi faccio trovare anch’io!). Inizio da IED Firenze, la sede locale dell’Istituto Europeo del Design (via Bufalini 6 ra due passi dal Duomo) che ci ospita sin dalla nascita ed è la scuola di riferimento per l’alta tecnologia e l’artigianato, con percorsi formativi rivolti all’integrazione dei saperi artigianali con le nuove tecnologie: un mix tra “handmade” e innovazione. Tra cui la prima edizione del Master in E-commerce che ho progettato e coordino.

Fonte: www.ied.it/firenze/home

Fonte: www.ied.it

A 100 metri dalla stazione di Firenze Rifredi c’è il nostro nuovo ufficio in progress, all’interno dei 400 mq di Impact Hub Firenze (via Panciatichi 10-14 Edificio F) in mezzo a postazioni di co-working che servono a trasformare un’idea in progetto imprenditoriale dall’impatto positivo per la società. Impact Hub dà spazio anche all’associazione FabLab Firenze con le sue macchine per taglio laser, stampanti 3D, chip Arduino e tutto quello che serve per passare da un’intuizione a un prototipo innovativo.

Dove possiamo gustare qualche prelibatezza locale, immersi tra gusto e design?

Ancora una volta consiglio i posti in cui mi sento a casa, in primis il bistrot Gilda (piazza Ghiberti 40 r): ottima cucina fiorentina realizzata con materie prime di assoluta freschezza e qualità. Ospita spesso nel suo piccolo locale mostre di Maker e Designer (recentemente quelle di Design185 e Francesca Lancisi). Non dimenticate di prenotare dato che i coperti non superano la trentina e fate sapere alla signora Gilda che mi conoscete per essere trattati ancora meglio del solito.

Fonte: Sito web Gilda Bistrot

Fonte: Sito web Gilda Bistrot

Ditta Artigianale (via dei Neri, 32) è specializzata in esclusive miscele di caffè che Francesco Sanapo ricerca in tutto il mondo e ripropone insieme a piatti veloci con formaggi, affettati e verdure a chilometro zero. È sempre un po’ pieno, specie di giovani statunitensi che con un caffè siedono per usare il Wi-Fi anche nelle ore di punta, però ha quel mood internazionale che fa sentire cittadini del mondo.

Per chi non ha mai assaporato i piatti tipici fiorentini, quali sono i luoghi da visitare?

Uno spazio enorme e meravigliosamente valorizzato è il Mercato Centrale (sopra il mercato alimentare di San Lorenzo) che raccoglie il meglio della Firenze da degustare, compresa una cucina attrezzata gestita dalla Lorenzo de’ Medici per aspiranti MasterChef. Tanti i corner: dal fritto misto a quello di pesce, dalle zuppe alle mozzarelle e ancora la pizza napoletana tradizionale, piadine, focacce e il famoso panino con il lampredotto, vero street food gigliato!

Fonte: www.tuscanypeople.com

Fonte: www.tuscanypeople.com

Hai qualche posto segreto da rivelarci per un buon aperitivo, magari sulle rive dell’Arno?

Vicino alla Limonaia di Villa Strozzi c’è il Giardino dell’Orticultura (Via Vittorio Emanuele 4, Zona Piazza della Libertà-Ponte Rosso) con lo splendido Tepidarium, la più grande serra a vetri costruita in Italia e recentemente restaurata. Al suo interno potete gustare un aperitivo o un thè, immersi tra piante esotiche e centinaia di farfalle. Un’esperienza irripetibile!

Se il tempo è ancora bello, vi suggerisco la spiaggia sul Lungarno Serristori per un drink all’Easy Living, dove è stato allestito un piccolo "chalet" che realizza spuntini veloci e semplici. Di giorno potete persino noleggiare sdraio e ombrelloni per essere baciati dal sole fiorentino, se volete un pranzo o una cena più sostanziosa basta salire sulla struttura principale del locale sulla terrazza di Piazza Poggi, per gustare piatti particolari realizzati con ingredienti locali.

 

Leave a reply