Dietro il brand mymoodmydesign c'è Ilaria Gelosa, una designer indipendente che si è formata tra Milano (laurea in Disegno Industriale presso il Politecnico nel 2003) e Torino (master allo IED nel 2005) e che anche nelle successive attività lavorative ha toccato vari "mondi" passando dalla progettazione del prodotto alla nautica, dalla grafica all’allestimento. Alcuni suoi progetti hanno partecipato al Fuorisalone di Milano e sono stati esposti in mostre dedicate al design del riuso, al food design, al design in tutte le sue forme. Il progetto Allestire l’acqua è stato selezionato per il XX Compasso d’Oro progetto giovane.

foto_llariaGelosa

"Negli ultimi anni - ci ha raccontato - mi sono appassionata al mondo del design autoprodotto e indipendente e ne sono entrata a far parte con alcune mie creazioni". Non si tratta comunque di una scelta esclusiva: "L’autoproduzione e il mondo del design indipendente mi hanno sempre affascinata, il poter produrre oggetti al di fuori delle regole delle grandi produzioni, in piccoli numeri e artigianalmente, mi dà una grande spinta ma resta comunque una parte del mio lavoro, non l’unica, non il fulcro, fa parte di un insieme che comprende il design nelle sue molteplici forme e dipendenze".

L'ispirazione per nuovi progetti viene "Da tutto quello che mi circonda. Ho la mente sempre in movimento, mi piace conoscere e osservare e molto spesso - modificandone il contesto, l’uso, i materiali e le dimensioni - quello che mi si presenta davanti agli occhi si trasforma in un possibile nuovo progetto".

Doppler

Doppler

In quanto a materiali, Ilaria racconta che "Adoro rapportarmi con il legno, sono cresciuta in mezzo a lui, toccandolo e sentendone l’odore. Mio papà è nato come falegname e mi ha trasmesso la conoscenza, l’amore e il legame con questo materiale, facendomelo apprezzare e lavorare".

Non c'è un progetto preferito sugli altri ("sono legata a tutti, sono tutti parte di me, mi danno tutti soddisfazione, mi fa piacere vederli apprezzati, indossati e vissuti") ma "se dobbiamo guardare il lato meno viscerale del rapporto direi che Doppler è sicuramente il prodotto più ‘importante’, ha avuto più pubblicazioni, più esposizioni e quest’anno è stato inserito in una selezione di design indipendente ed esposto al Fuorisalone di Milano".

Lace

Lace

Tradizionalmente chiediamo a tutti i nostri Maker quali siano i loro progetti futuri, che nel caso di Ilaria sono molti: "nuovi prodotti, nuove linee, nuove idee stanno prendendo forma, è tutto in divenire, nulla è statico e nulla è finito, ci saranno evoluzioni nei prodotti già in commercio e nuovi ne arriveranno".

 

 

Leave a reply