La ragione principale per cui la cultura open hardware ci convince molto sta in quanto ti permette di fare, una volta che si abbandona l'approccio mentale per cui se qualcosa non è stato già fatto vuol dire che non si può fare. Oggi si possono usare, e basso costo, tecnologie e strumenti che una volta erano inaccessibili. E li si possono combinare per realizzare progetti che possono essere alo stesso tempo utili e divertenti. Prendiamo, ad esempio, la Lightie inventata da Michael Suttner.

lightie_a

La Lightie è una piccola lampadina alimentata a energia solare. È costruita in maniera simile a una moderna lampadina LED ma non ne ha la classica forma a bulbo: è fatta come una provetta, con un tappo a vite progettato per inserirsi perfettamente nel collo delle bottiglie di plastica standard, quelle che si trovano praticamente dappertutto in qualunque zona del mondo. Si mette la Lightie in una bottiglia, si avvita il tappo e voilà, ecco una lampada nuova e pronta all'uso.

Sembra una banalità poco utile, ma non lo è affatto. Suttner non ha progettato la Lightie per chi come noi ha la casa piena di prese elettriche, ma per chi non ha accesso all'illuminazione elettrica e di solito usa lampade a olio o candele, due sorgenti luminose che sono costose, pericolose e per nulla amiche dell'ambiente. Suttner stima che in tutto il mondo ci siano circa due miliardi di persone potenzialmente interessate a usare la Lightie nelle loro abitazioni.

lightie_b

Tecnicamente, la Lightie è realizzata inserendo un piccolo pannello solare flessibile in una provetta stagna di plastica che contiene anche due normali batterie ricaricabili AA al litio e una sorgente luminosa LED. Il pannello è piegato ad assumere una forma cilindrica, in modo da ricevere più luce solare possibile (diretta, diffusa e riflessa) e quindi poter ricaricare le batterie anche quando è nuvoloso o piove. Otto ore di esposizione solare equivalgono a un massimo di oltre quaranta ore di illuminazione, con in più il fatto che la sorgente LED è molto più luminosa di una lanterna o di una candela. Per maggiori dettagli visitate il sito ufficiale.

 

Leave a reply