Ci sono viaggi che sembrano come tutti gli altri e finiscono invece per cambiarti la vita. E ci sono viaggiatori che non hanno bisogno di mappe o itinerari dettagliati per orientarsi, ma di intuito e creatività. Due doti che hanno molto a che fare con il mondo Maker e con Bussola Creazioni, il progetto di Marisa Liuzzi, la protagonista di questa intervista.

Segni particolari di Marisa? Nessun timore di mixare culture lontane con forme dal gusto decisamente moderno, e capacità di creare oggetti originali e anche un po’ magici.

I tuoi gioielli hanno forme molto moderne ma un’anima antica. Cosa ispira le tue creazioni?

Mi ispirano i contrasti forti tra colori e materiali, mi diverte partire da qualcosa di tradizionale, anche se di una cultura lontana dalla mia e spingerlo all'estremo per conferirgli un taglio moderno e leggero. Ma a volte dietro una creazione c'è semplicemente l'accostamento intuitivo di materiali  differenti nel caos che regna sovrano ovunque ci sia io...

Ci descrivi i materiali che scegli per le tue creazioni e le tecniche che usi?

Ultimamente sto sperimentando l'accostamento tra il plexiglass, un materiale che unisce la resistenza della plastica alla trasparenza del vetro, alla seta chirimen, un tessuto utilizzato generalmente per i kimono giapponesi e caratterizzato da una sorta di increspatura ottenuta, in fase di tessitura, da una torsione forzata dei fili. È una stoffa molto luminosa e dalle fantasie orientali colorate e vivaci che non passano sicuramente inosservate.


Perché hai scelto di chiamare il tuo marchio Bussola Creazioni?

Il nome deriva da un soprannome che mi accompagna da sempre dovuto al mio ridicolo senso d'orientamento. Tutte le collezioni derivano dal mio gusto personale e dal mio desiderio di esprimermi e quindi mi sembrava carino scegliere un nome che mi rappresentasse in maniera più intima possibile, perché anche con i miei gioielli posso dare un qualcosa di me agli altri attraverso colori, accostamenti, impressioni.

C’è un oggetto di cui sei particolarmente orgogliosa?

Oddio, non saprei. Di sicuro sono molto soddisfatta del lavoro di sintesi delle collane della serie “Geta” che riprendono la linea dei famosi zoccoli in legno giapponesi.

Mancano poche settimane al Natale: per quale motivo quest’anno dovremmo scegliere un regalo realizzato da un Maker?

Per quello che rappresentano: un lavoro pensato, studiato, realizzato e curato in ogni dettaglio da persone vere, ognuno con una storia e un mondo alle spalle.

I prossimi obiettivi di Bussola Creazioni?

Mi piacerebbe avere la possibilità di continuare a sperimentare con materiali e forme sempre nuove e far conoscere il più possibile il mio marchio fino a renderlo il mio principale lavoro.

I tuoi bijoux somigliano molto a talismani: quali doti magiche ti piacerebbe regalassero a chi li indossa?

Mi piacerebbe che chi li indossasse percepisse la forza della propria unicità, perché è questa in realtà il vero valore aggiunto di un prodotto handmade, quello di essere unico, come tutti noi.

Unici e un po’ magici… con i gioielli di Bussola Creazioni!

Anna D'Amico


 

Leave a reply