Seguo Daniele Canuti dal lancio di Plasma, una mostra di design autoprodotto in ceramica che è stata organizzata nel luglio 2013 a Firenze. Ora Daniele annuncia la nascita "ufficiale" dell’associazione Imake (che, attenzione, si legge proprio imache non all'inglese aimeic) e a lui abbiamo chiesto qualche dettaglio sulla nuova iniziativa.

Ma prima qualche elemento in più su Daniele Canuti: è di Grosseto, ha studiato Interior Design alla Facoltà di Architettura a Firenze e ha conseguito la Laurea Specialistica in Product Design all’ISIA (Firenze). Ha iniziato subito a lavorare in uno studio di architettura mettendosi alla prova con la progettazione e ha fondato, nel 2012, il suo studio di design progettando una serie di complementi d’arredo a marchio proprio in ceramica e legno.

“Imake (www.imakelab.it) - spiega Daniele - è un'associazione culturale di promozione del design autoprodotto costituita con lo scopo di promuovere il riconoscimento e la tutela istituzionale della professione di 'designer' e di divulgare il concetto di design come strumento scientifico e creativo capace di migliorare la qualità della vita. Nasce dalla volontà di mettere in contatto i designer con realtà artigiane e industriali, per creare rapporti di collaborazione mirati allo sviluppo di nuovi concept e prodotti".

Tra le finalità di Imake c’è non solo la progettazione e realizzazione del design autoprodotto, sottolinea Daniele, ma anche la sua promozione, con una serie di eventi (mostre, workshop, dibattiti) legati ad un tema specifico (lavorazioni, materiali, ecc.) con i soci come protagonisti: "Imake diventa in questo modo un’occasione concreta per consentire ai progettisti di affacciarsi sul mercato attraverso un progetto culturale autogestito".

I fondatori dell’associazione sono Maker che autoproducono i propri progetti, con un proprio brand, e che cercano di vendere e distribuire indipendentemente i propri oggetti.

Come accennato in precedenza, a luglio 2013 Imake ha organizzato l’evento Plasma. Questo, racconta Daniele, "Con la guida del maestro ceramista Alfredo Quaranta ha condotto otto designer a creare una collezione di pezzi unici di design autoprodotto che sono stati esposti presso la galleria Dieci Rosso di Firenze. La ceramica, primo materiale scelto da Imake e con cui le forme dei progettisti sono state modellate diventando realtà, è stata protagonista di un allestimento che ha messo in mostra, con la possibilità di vendita diretta, i vari oggetti autoprodotti. Plasma è il nome legato all'azione primaria compiuta per trasformare i progetti in oggetti reali e toccabili con mano".

Adottando la logica di Imake, MakeTank ha organizzato per l’associazione un workshop condotto da Vectorealism sulla progettazione pensata per autoprodurre con il taglio laser (martedì 26 novembre presso IED Firenze – Istituto Europeo del Design - è ancora possibile iscriversi da questo link). Gli oggetti progettati da Imake saranno in vendita, dopo il workshop, in uno shop creato dall’associazione su MakeTank.

 

Leave a reply