Siamo entrati sul sito di crowdfunding italiano Eppela e abbiamo subito notato il progetto Epifani Lab di Salvatore Epifani, artista-designer leccese che produce splendide lampade decorative e sta pensando di realizzare la nuova linea… Raggiungendo il suo obiettivo. Dopo averlo finanziato, l’abbiamo intervistato per conoscerlo meglio ed aiutarlo a raggiungere il suo obiettivo con l’aiuto dei nostri lettori.

Ci racconti la tua esperienza formativa e professionale?

Sono Salvatore Epifani nato a Lecce nel 1965, trasferito a Milano nel 1983 per studiare Design degli Interni e del Prodotto/Arredo che ho sfruttato anche per entrare nel mondo della moda come indossatore/modello di numerose sfilate dei pù prestigiosi stilisti dell’epoca. Nel 1991 mi sposto a Londra per frequentare un corso europeo di Design presso la University of the Arts. Nel 1996 decido di ritornare nella mia città natale e apro lo studio-laboratorio "Epifani Lab", un progetto di "design funzionale" che passa attraverso il senso della propria vita. Negli anni le collaborazioni nel mondo dell’arte e del design si intensificano grazie alla partecipazione a diverse fiere ed esposizioni di Design (a Lecce con Poltrona Frau, al Salone del Mobile Satellite e in Gallerie e in Triennale a Milano, a Barcellona e Madrid in Spagna e al Salon de Mueble di Parigi), proseguendo di pari passo con la progettazione di showroom e con la partecipazione a concorsi di Design (terzo classificato a ‘Capire un tubo’ indetto da ADI e Material Connexion nel 2004)

Cos’è il progetto Epifani Lab?

Epifani Lab è la bottega della luce che da anni mette in scena le lampade di design rigorosamente costruite secondo i canoni della tradizione artigianale. L’analisi del contesto scenico della lampada determina la scelta dei materiali e le tecniche di lavorazione nella fonderia, dove la materia metallica si fa malleabile per adagiarsi perfettamente alla delicatezza delle fibre vegetali. Vengono utilizzati solo acciaio di alta qualità  e carte di fibra vegetale provenienti dall’Himalaya e dalla Thailandia.
Gli elementi strutturali e gli inserimenti in fibra richiedono molta pazienza e dedizione: nulla viene lasciato al caso! L’oggetto finito viene attentamente controllato visivamente e manualmente per controllare ogni molecola di acciaio o increspatura cromatica. La cura dei rivestimenti è un lavoro sartoriale, la delicatezza delle fibre vegetali utilizzate necessita esperienza e molta cura, questo è il valore aggiunto del progetto Epifani Lab rispetto ai prodotti seriali ed omologati che vengono dall’industria.

Perché Epifani Lab si è rivolta al Crowdfunding?

Con la nuova collezione Atmospherique Modular Collection (nome del progetto di crowdfunding di Eppela) nasce dall’intenzione di  estendere il design e l’artigianato tradizionale ad un numero sempre maggiore di persone. Ciò diventerà possibile riducendo  i rischi e abbassando i costi commerciali e abbiamo deciso di farlo condividendo l’idea della prossima collezione direttamente con i futuri clienti che sono coinvolti nella sua realizzazione. Solo se la campagna raggiungerà il suo obiettivo (5.000 euro), Epifani Lab sarà in grado di portare a compimento l’idea e a realizzarla unicamente per i partecipanti.

Eppela è una splendida vetrina web dove crediamo che il progetto possa davvero prendere vita grazie al libero scambio di benefici tra persone.

MakeTank ha finanziato scegliendo come ricompensa due Lamp_Bretta: ce le racconti?

Lamp_Bretta è un abat-jour realizzato su stampa forex (PVC) e nasce per offrire a chiunque la possibilità di avere un prodotto di design a costi contenuti. Rappresenta l'inizio di un progetto che intendiamo realizzare piede nel corso del 2013 pensando ad un'intera collezione.

Adesso tocca a voi: andare a vedere le magnifiche lampade che Epifani Lab ha inserito come ricompensa per il progetto su Eppela. Non vi capiterà mai più di poterle pre-acquistare praticamente a prezzo di costo… sfruttate l’occasione e prendete parte al progetto di rilancio di Epifani Lab. Ci contiamo!

 

Leave a reply